Alberghi a Genova, Soprana Tor

Prenota l’hotel in modo rapido e semplice

Tutti gli hotel a Genova, Soprana Tor e dintorni

Distanza (in linea d'aria)
  • 0,1 km
da 152,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 125,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 134,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,3 km
da 129,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 70,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 113,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,6 km
da 145,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,6 km
da 79,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,7 km
da 95,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,9 km
da 120,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,9 km
da 95,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,9 km
da 87,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,2 km
da 101,00 €

Porta Soprana

Porta Soprana (da “superana”, ovvero superiore) si trova sulla sommità del Piano di Sant’Andrea, tanto da esser conosciuta anche come Porta Sant’Andrea, poco distante dallo storico quartiere di Ravecca.

Esempio di architettura medievale, Porta Soprana è costituita da due torri merlate a coda di rondine, alte nove metri e mezzo, collegate da un arco a sesto acuto. È stata per lungo tempo l’unica via di accesso alla città. La sua edificazione risale al 1155, quando la città si preparava a resistere agli attacchi del Barbarossa con la costruzione di mura difensive, ad opera degli stessi genovesi, che a tal fine impiegarono persino gli alberi delle navi. Allo scopo di intimorire gli aspiranti invasori, sulle mura esterne di Porta Soprana, fu posta un’iscrizione in latino, ancora oggi visibile, che fungeva da monito ai nemici.

Nel ‘500 la zona sottostante la Porta si animò di numerose botteghe di artigiani e nel ‘700 fu abitata da Luis Victor Samson, un parigino figlio del boia che ghigliottinò Luigi XVI in Francia. Del resto, proprio sotto l’arco, venivano appese le teste dei condannati a morte della città, giustiziati dal boia di Genova che qui ebbe dimora fino al 1809 e che all’interno della stessa Porta infliggeva la pena.

Vicino al monumento si trova inoltre la casa-museo di Cristoforo Colombo, divenuta oggi luogo di ritrovo dei genovesi perché inserita nella zona della movida cittadina. La Porta Soprana è visitabile al suo interno e dall’altezza delle torri è possibile ammirare uno splendido panorama della città di cui è distinguibile la zona storica da quella moderna.

Come arrivare

Per arrivare a Porta Soprana prendere la metro e scendere alla fermata De Ferrari.

Le stelle si basano su un'autoclassificazione degli hotel, così come sulle esperienze di HOTEL INFO e dei suoi clienti. I dettagli sono disponibili in Condizioni Generali di Contratto.

Protocollo di pulizia e sicurezza COVID-19

Garantire la salute e la sicurezza degli ospiti degli hotel è di importanza fondamentale. Gli hotel con una etichetta di ispezione hanno dimostrato di aver introdotto misure protettive migliorative per aiutare a mitigare la diffusione di COVID-19 all'interno delle loro strutture.

Ispezione di un esperto
L'hotel è stato ispezionato da un esperto in igiene, pulizia e disinfezione

Auto ispezione
L'hotel è stato sottoposto a un processo di autovalutazione delle sue misure di protezione

Maggiori informazioni