Palazzo Reale di Napoli

Distanza (in linea d'aria)
  • 0,1 km
da 63,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,1 km
da 104,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 84,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 76,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 103,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 201,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 72,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 99,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 144,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
da 93,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,3 km
da 267,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,3 km
da 82,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,3 km
da 156,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,3 km
da 82,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 704,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 147,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 84,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 502,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 99,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 71,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 135,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 71,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 150,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 90,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
da 175,00 €

Palazzo Reale di Napoli

Costruito nel 1599 da Domenico Fontana il Palazzo Reale rappresentava una delle quattro residenze reali dei Borboni. I lavori andarono a rilento e l’opera fu compiuta definitivamente nel 1843 con l’architetto Gaetano Genovese.

Nel Settecento fu realizzata e completata la parte del palazzo che si affacciava al mare, il cosiddetto “braccio nuovo”. Quest’ultima parte, oggi, ospita la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III. Nel 1737, venne costruito, addossato al lato nord del palazzo il celeberrimo teatro San Carlo e fu fondata la Fabbrica di Porcellana. La facciata del palazzo presenta otto nicchie occupate da grandiose statue raffiguranti i Re di Napoli, mentre al centro della facciata risaltano gli stemmi reali e vicereali. All’interno del Palazzo vi è un ampio cortile detto Cortile d’Onore, con annessa una fontana con la statua della Fortuna opera dello scultore Giuseppe Canard del 1742. Dal cortile si accede ai Giardini Reali e al Cortile delle Carrozze dove ancora si può ammirare al centro, l’abbeveratoio dei cavalli ed il cortile del belvedere.

Nel piano nobile vi sono gli appartamenti reali, che corrispondono al “grande appartamento di etichetta”, voluti da Ferdinando II di Borbone; attualmente sono visitabili gli appartamenti che si presentano con molti arredi dell’epoca anche se durante la Seconda Guerra Mondiale il Palazzo subì ingenti danni causando la dispersione di arredi e suppellettili. Con l’unità d’Italia il Palazzo diventò residenza dei Savoia e, successivamente proprietà dello stato che lo apre al pubblico e vi trasferisce la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III al primo e al secondo piano dell’Ala delle Feste.

Come arrivare

Dalla Stazione Centrale: prendere il Bus R2 (fermata San Carlo). Da Capodichino: prendere l’Alibus e scendere a Piazza Municipio. Palazzo Reale è distante poche centinaia di metri.

Inserisci il periodo in cui desideri viaggiare per ottenere le migliori offerte di hotel.