Quartiere di Sant’Ambrogio

Piazza Sant'Ambrogio e la zona delle ex carceri

  • sinagoga1178x500
Oggi l’itinerario vi porterà in una zona quasi sconosciuta ai turisti ma non per questo meno interessate. Da Via dei Calzaiouli arriveremo a piedi fino in Piazza Beccaria, al limite quasi estremo del centro storico. Dalla via più centrale e turistica di Firenze imbocchiamo “Via del Corso” e basta girare questo angolino per capire che stiamo entrando in una parte della città diversa da quella che già conoscete.
Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Che sia mattina, pomeriggio o sera fermatevi al Chiaroscuro, bar molto conosciuto per la torrefazione: avrete a disposizione una vastissima scelta di caffè provenienti da tutto il mondo e potrete gustarli mixati con altri gusti particolari che mai avreste pensato di abbinare… ma vi dico già che vi ricrederete. La forza di Chiaroscuro sono i caffè e la pasticceria ma anche per uno lunch-snack o un aperitivo potete farci una capatina. Per maggiori informazioni: https://www.chiaroscurofirenze.it/

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Dopo una carica di caffeina, proseguite in Via del Corso, nel cuore della zona più antica della Florentia romana. In questa parte della città restano testimonianze soprattutto del periodo medievale, con alcune case-torri degne di nota. In particolare vi segnalo: la Torre dei Ricci e la Torre dei Ghiberti alle due estremità di via Santa Elisabetta e la Torre dei Donati, attigua al cosiddetto vicolo dello Scandalo, un passaggio interno costruito nel Trecento per dividere le proprietà delle due famiglie fiorentine Cerchi e Donati.

Sempre su questa strada vedrete sulla sinistra Chiesa di Santa Margherita in Santa Maria de’ Ricci detta la Chiesa della Madonna de’ Ricci. Caratteristica la sua facciata in stile seicentesco, anche se la costruzione inizia nel 1500, su commissione appunto della famiglia dei Ricci. Davanti alla chiesa farete caso ad una piccola volta, questa conduce alla chiesa di Santa Margherita dei Cerchi, detta anche chiesa di Dante. Poco oltre si trova il Palazzo Portinari-Salviati, il più importante della strada, oggi sede della Banca Toscana.

Proseguite ancora fino a Piazza dei Ciompi, la noterete per la “Loggia del Pesce”. Sotto e dietro queste colonne si teneva il mercato del pesce, adesso invece è luogo dell’appuntamento immancabile con il mercatino dell’antiquariato che offre oggetti di ogni genere, dai vinili a vecchie stampe e giocattoli.

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Di giorno questa piazza con l’omonima Chiesa è un via vai di persone in bicicletta o a piedi ma la sera si trasforma, diventa quasi irriconoscibile. Se non conoscete nessuno in città questo è il punto d’incontro adatto per fare nuove amicizie. La sera la piazza si anima di giovani attratti dal Caffè-Enoteca Sant’Ambrogio: un localino dall’atmosfera molto easy frequentato per lo più gente del luogo e da chi non segue troppo la moda. Gli apertivi non costano troppo e i cocktail sono molto buoni. Per informazioni: https://www.caffesantambrogio.it/

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Dietro alla Chiesa di S. Ambrogio si vede spuntare la grande sinagoga di Firenze che si distingue in maniera netta all’interno del classico profilo delle architetture fiorentine. È possibile entrarvi con visite guidate, la parte cruciale di questo tour è sicuramente quella al Museo Ebraico, che ospita una ricca collezione di oggetti cerimoniali d’arte ebraica e una cospicua documentazione fotografica che ripercorre la storia della comunità ebraica a Firenze. Per maggiori informazioni: https://www.coopculture.it/heritage.cfm?id=37

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Fate una piccola deviazione in piazza Ghiberti per il mercato di Sant’Ambrogio che si svolge tutte le mattine dalle 7 alle 2 del pomeriggio, in parte al chiuso e in parte all’aperto. Nella parte coperta si trovano i banchi alimentari, la carne e il pesce, la frutta e la verdura e alcuni punti di ristoro. Per maggiori informazioni: https://www.mercatosantambrogio.it/

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

A pochissima distanza dal mercato vi consiglio di pranzare al Gilda Bistrot, un localino decorato in stile art nouveau dove la cucina tradizionale fiorentina ed italiana vengono riviste con alcuni dettagli innovativi. Per maggiori informazioni: https://www.gildabistrot.it/

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

L’ex-monastero delle Murate è stato per cent’anni il carcere maschile di Firenze, dopodiché i detenuti sono stati trasferiti a Sollicciano e in altre strutture. Dopo la dismissione tutto lo spazio è stato riqualificato e adesso ospita case private, negozi, ristoranti e bar. E in uno di questi vani dell’edificio si trova Il Ristorante-Pizzeria Le Carceri che vi consiglio assolutamente per una pizza, per un antipasto misto di terra e per la pasta fatta in casa. Poi, oltre alla loro preziosa wine list, se siete amanti della birra artigianale qui avrete un bel menu dedicato a voi intenditori. Ammetto di non averci ancora provato il pesce, ma recupererò! Una particolarità: fate caso che inglobata nel muro di cinta si trova la facciata della Cappella di Santa Maria della Neve, si dice che sia un progetto di Michelangelo di cui rimane, come unica traccia, la facciata. Per maggiori informazioni: https://www.ristorantelecarceri.it/locale_ristorante_le_carceri_pizzeria_wine_bar_firenze_le_murate.asp

Missing access credentials. See https://developer.foursquare.com/docs/api/configuration/authentication for details.

Il tour in questa parte della città si conclude con Piazza Beccaria, riconoscibile dalla sua Porta alla Croce. In questa piazza vi segnalo la Pasticceria Dolci e Dolcezze. Se da qui imboccate invece Via Gioberti, fermatevi per un aperitivo sfizioso al Caffè Pasticceria Serafini. Vi lascio proprio in questa via dove non vi annoierete di certo, grazie al suo susseguirsi di bar, negozi alla moda e trattorie fiorentine. Se poi ci tornate all’ora di pranzo, fermatevi al furgoncino di uno dei migliori lampredotti della città, preparatevi a fare la coda! Per maggiori informazioni: https://www.dolciedolcezzepasticceria.it/chi-siamo https://www.pasticceriaserafini.it/

Potrebbe interessarti anche

Berlin-Kreuzberg am Kottbusser Tor bei schönem Wetter

90 Minuti a Kreuzberg, Berlino

  Per molti anni Kreuzberg è stato teatro di proteste e manifestazioni cittadine. Gruppi punk,… Leggi di più

Jogging nel centro di Amburgo

Questo percorso è uno dei grandi classici alla scoperta della parte antica della città anseatica.… Leggi di più

Gastraum des Restaurants Maxie Eisen in Frankfurt

Una sera al Bahnhofsviertel di Francoforte

Numerosi pregiudizi adombrano il Bahnhofsviertel (letteralmente il “quartiere della stazione) di Francoforte, ma credo che… Leggi di più

Jogging a Monaco: Neuhausen

Verde e idilliaco sono gli aggettivi che descrivono meglio questo percorso di jogging (8 km… Leggi di più