Hotel a Caorle

Distanza (in linea d'aria)
  • 3,8 km
da 76,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,7 km
da 79,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,5 km
da 90,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 6,1 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,4 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,9 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,2 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,1 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 2,1 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,6 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,8 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 7,8 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,5 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,4 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,2 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 0,1 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 2,2 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 2,8 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 1,4 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 7,9 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 2,0 km
Distanza (in linea d'aria)
  • 9,5 km
da 260,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 10,8 km
da 135,00 €
Distanza (in linea d'aria)
  • 10,9 km
da 165,00 €

Un incantevole litorale da Bandiera Blu

Comune veneto situato a nord-est della Laguna di Venezia, tra le foci del fiume Livenza e Lemene, Caorle si affaccia sul mare Adriatico ed è un centro vacanziero molto noto e amato da turisti provenienti da tutte le parti d’Italia e del mondo. Gli oltre duecentoventi tra alberghi ed hotel e i vari villaggi turistici offrono agli amanti del mare e del sole soggiorni di qualità e rispondenti alle esigenze di ogni tipo di utenza, dai giovani alle famiglie con bambini. Il litorale lungo diciotto chilometri, caratterizzato da due spiagge incantevoli separate dalla scogliera, la spiaggia di Ponente e quella di Levante e le acque di qualità hanno fatto sì che alla città fosse assegnata in modo continuativo la Bandiera Blu, il riconoscimento europeo dato dalla FEE (Foundation for Environmental Education).

La città amata da Hemingway

La città vanta anche due darsene che attraccano unità da diporto anche di grandi dimensioni e garantiscono circa mille posti barca. Toglie il fiato un’escursione in barca a nord di Caorle nella Laguna, in mezzo alla natura ancora incontaminata, amata anche dallo scrittore Ernest Hemingway. Ancora si possono ammirare i “casoni” le tipiche abitazioni di un tempo dei pescatori della laguna, usate nel periodo della pesca. Il porto peschereccio, nel centro della città, testimonia la florida attività di pesca che caratterizzava il luogo.

Una passeggiata nel centro storico

Caorle oltre ad offrire dei soggiorni balneari rilassanti e di qualità, è una località ricca di storia e cultura. D’obbligo una passeggiata nel centro storico, che una volta era attraversato da canali artificiali ora interrati, fra calli e campielli, ossia le piccole vie e le piazzette, che sembra quasi di passeggiare in una piccola Venezia. Tra i monumenti cittadini da vedere il Duomo di Caorle, dedicato a Santo Stefano Protomartirein stile romanico e bizantino-ravennate e il Santuario della Madonna dell’Angelo situato in riva al Mare Adriatico. In passato la basilica era intitolata a San Michele Arcangelo e ancora oggi nella chiesa è posta una statua dell'angelo. La tradizione narra che anticamente alcuni pescatori, mentre gettavano le reti per la pesca trovarono il simulacro della Vergine galleggiante sul mare. Portarono la statua con le reti in spiaggia, vicino alla chiesa dell'Angelo, e la statua venne chiamata Madonna dell'Angelo.

Aquafollie

Aquafollie nasce nel 1990 per il divertimento di tutta la famiglia. Blu Tube, Kamikaze, Fire Slide, Toboga, Pista Blanda, Crazy River: questi sono i nomi di tutti gli scivoli di Aquafollie, sicuramente l’attrazione principale di questo parco acquatico che però ha un’offerta molto più ampia. I giochi ad acqua spaziano dalle cascate e dagli spruzzi fino alle bolle d’acqua da scalare… ma piene di insidie lungo il percorso.

Per chi volesse invece godersi un po’ di relax ecco l’idromassaggio, la terrazza solarium e l’Oasi di Java per un riposo nel verde. Pensato nella massima sicurezza Aquafollie ha un’area dedicata ai più piccoli, dove possono divertirsi in tranquillità e secondo le loro capacità motorie.

Se preferite divertirvi in gruppo Aquafollie ha un servizio di animazione che cura le attività a bordo vasca: dall’acquagym alla baby dance fino alla zumba.

Il parco tematico acquatico è nella zona fieristica di Caorle: dista solo 5 minuti a piedi dal centro della cittadina e si trova nelle immediate vicinanze della piazza del mercato e della stazione dei bus. Per quanto riguarda gli autobus urbani la fermata più vicina è quella di Piazza Mercato. I biglietti d’ingresso variano a seconda dell’età, sono disponibili sconti per famiglie.

Duna Verde

Centro dalla esclusiva vocazione turistica come suggerisce il nome stesso questa frazione di Caorle è immersa nel verde della pineta e di antiche dune che si affacciavano sul litorale. Duna Verde dista circa 8 chilometri dal centro cittadino di Caorle e ha conosciuto il suo massimo sviluppo negli ultimi 50 anni, grazie soprattutto al sorgere di grandi strutture di alta fascia, dotate dei migliori comfort.

Oltre a residence dotati di piscina e campi da tennis, per un pubblico più esigente, a Duna Verde si trova anche un campo da golf a nove buche. La zona è l’ideale per una biciclettata nel verde pedalando verso il centro. Durante la stagione estiva Duna Verde è ben collegata dai mezzi pubblici a Porto Santa Margherita e Caorle.

Duomo di Caorle

Il Duomo di Caorle è un bell’esempio di fusione tra lo stile romanico più semplice e pulito e le influenze bizantine e ravvenati. Costruito attorno al 1038 sul sito di un’antica basilica paleocristiana ha pianta basilicale ed è diviso all’interno in 3 navate. Al rosone principale della navata centrale se ne accosta uno più piccolo più in alto, e anche le navate laterali sono provviste di rosone.

Ma il vero protagonista del complesso del Duomo dedicato a Santo Stefano Protomartire è senza dubbio il campanile adiacente, vero e proprio simbolo di Caorle. Ha un’insolita pianta circolare a partire dalla quale si alza questo cilindro di 48 metri di altezza, sormontato da una cuspide a forma di cono. La costruzione è arricchita da un alternarsi di monofore e bifore e termina con la loggia dove sono le torri campanarie. Una sola fascia di pietra bianca d’Istria si distingue alla base dal resto dei mattoni rossastri. Probabilmente il campanile era stato in passato una torre utilizzata per gli avvistamenti e sorgeva all’interno di un complesso più ampio, come tipico dell’architettura di stampo bizantino, dove sorgevano anche un Battistero e un porticato attiguo al Duomo.

Situati nel piccolo centro storico di Caorle, il Duomo e il Campanile sono facilmente raggiungibili sia dalla spiaggia di Ponente che da quella di Levante. Gli autobus utilizzabili sono tutti quelli che conducono al centro del paese. L’ingresso al Duomo è libero.

Porto Santa Margherita

Situata ai margini della Spiaggia di Ponente la zona di Porto Santa Margherita è nata soprattutto con una vocazione nautica per svilupparsi poi attorno alla darsena come piccolo centro totalmente autosufficiente, sia nell’offerta alberghiera che di servizi. Porto Santa Margherita ha una darsena che può ospitare fino a 800 imbarcazioni e offrire tutta l’assistenza dedicata.

Villette e una zona residenziale di grande quiete completano questa appendice di Caorle che nacque negli anni Sessanta e ha conosciuto la massima espansione nel decennio successivo. Non è difficile raggiungere Venezia da qui utilizzando il servizio pubblico, con la linea Caorle-Eraclea-Venezia.

Santuario della Madonna dell’Angelo

Il Santuario della Madonna dell’Angelo nella sua versione odierna risale al 1751. Situato alla fine del lungomare, vicinissimo all’acqua, aveva subito diversi danneggiamenti nei suoi primi duecento anni di vita e quindi venne riedificato nel Settecento. L’attuale struttura ha un’unica navata, prima erano tre, e porta evidenti i segni del gusto neoclassico: facciata che termina con un timpano, pilastri e colonne con capitelli corinzi a sostenere l’atrio. Il campanile adiacente è a pianta quadrangolare e funge da ideale “spartiacque” tra la spiaggia di Levante e quella di Ponente di Caorle.

Originariamente il Santuario era intitolato all’Arcangelo Michele, del quale ancora oggi è conservata una statua all’interno. La leggenda vuole che durante una battuta di pesca alcuni uomini abbiano rinvenuto, poco al largo della chiesa, una statua della Madonna che galleggiava nell’acqua. Ritenendolo un segno non trascurabile la portarono all’interno del Santuario che da quel momento venne intitolato alla Vergine.

Visibile praticamente da tutto il litorale caorlotto il Santuario è un vero spettacolo all’alba, quando il sole sorge alle sue spalle riflettendosi sul mare. Durante il corso dell’anno sono molte le celebrazioni liturgiche (2 gennaio, seconda domenica di luglio) per un luogo di culto al quale gli abitanti della zona sono estremamente affezionati.

Inserisci il periodo in cui desideri viaggiare per ottenere le migliori offerte di hotel.