Hotel a Rimini

Hotel consigliati a Rimini

Hotel Accademia
Viale Sabotino, 6
47900 Rimini
da 36 €
Hotel Britannia
Parisano 90
47900 Rimini
da 53 €
Hotel Luciana
Viale Como, 6
47924 Rimini
da 27 €
Hotel Miriam
Via Francesco de Pinedo 5
47924 Rimini
da 32 €
Hotel Harmony
Via Astico, 6
47921 Rimini
da 29 €
Hotel Bellariva Feeling
Viale Santa Teresa 10
47924 Rimini
da 40 €
Hotel Genty
Viale Regina Elena 143/B
47921 Rimini
da 58 €
National Hotel
Vespucci, 42
47921 Rimini
da 74 €
Hotel Le Meridien Rimini
Viale Lungomare Murri, 13
47900 Rimini
Hotel Milton Rimini
Via Cappellini 1/A
47921 Rimini
da 46 €
Grand Hotel Rimini e Residenza Grand Hotel
Via Parco Federico Fellini, 1
47900 Rimini
da 110 €
Hotel Cristallo Rimini
Viale Regina Elena, 133
47900 Rimini
da 55 €
Hotel Petrarca
Viale F. Petrarca 2
47921 Rimini
da 39 €
Best Western Hotel Nettunia
Viale Regina Margherita 203
47831 Rimini
da 63 €
Hotel President
Viale Tripoli 276
47921 Rimini
da 47 €
Le Rose Suite Hotel
Viale Regina Elena 46
47900 Rimini
da 46 €
Belmare Residence
Viale Giuliano Dati 36
47922 Rimini
da 86 €
Hotel Zurigo
Via Bergamo, 7
47924 Rimini
da 32 €
Hotel Vienna Ostenda
Viale Regina Elena, 11
47900 Rimini
da 50 €
Days Inn
Viale Regina Elena, 171
47921 Rimini
da 13 €
Hotel & Residenza Patrizia
Viale Regina Elena, 84
47900 Rimini
da 84 €
Hotel Parco Dei Principi
Viale Regina Elena 98
47924 Rimini
da 58 €
Hotel Playa
Via Ilario Paglierani 2
47922 Rimini
da 40 €
Hotel Eriale
Via Metastasio, 4
47921 Rimini
da 45 €
LaMorosa Hotel
Via Dati, 8
47922 Rimini
da 27 €
Suite Hotel Litoraneo
Viale Regina Elena, 22
47900 Rimini
da 49 €
Hotel Bamby
Viale Vittorio Veneto, 18
47900 Rimini
da 26 €
Hotel Oregon
Via Lecce
47924 Rimini
da 37 €
Yes Hotel Touring
Viale Regina Margherita, 82
47924 Rimini
da 88 €
Hotel Splendor
Viale Regina Elena 143
47900 Rimini
da 30 €

Rimini e i soggiorni estivi

Spiaggia di Rimini

Rimini è il principale centro della riviera romagnola e una tra le più famose località a livello nazionale ed internazionale per i soggiorni estivi,. La città, che si estende per circa 15 km lungo la costa del Mare adriatico, offre con i suoi alberghi e hotel possibilità di soggiorno alla portata di tutti, dai giovani alle famiglie. Gli oltre duecento stabilimenti balneari attrezzati e di qualità e l’ospitalità dei riminesi, oltre ad una sabbia fina ed un mare dai bassi fondali sabbiosi, fanno sì che Rimini sia meta ogni anno di migliaia di turisti. Le spiagge hanno strutture ad hoc, giochi e spazi attrezzati per i più piccoli, per la gioia dei genitori, ma vantano anche locali, animazione e possibilità di praticare sport per i più grandi, all’insegna del divertimento.

Una città ricca di storia e cultura

Oltre che meta di vacanze Rimini è una città ricca di storia e cultura. I numerosi monumenti romani sono le testimonianze della fondazione della città in epoca romana. I più imponenti sono l’Arco di Augusto che sorge tra la via Flaminia e la via Emilia, il più antico degli archi romani rimasti e il Ponte di Tiberio, uno dei più grandi ponti che restano dell’epoca romana, con le sue cinque arcate in stile dorico. Da non perdere la visita dell’Anfiteatro Romano, utilizzato nel periodo estivo per spettacoli teatrali, e dell’affascinante Domus del Chirurgo, aperta al pubblico dal 2007, una piccola Pompei riminese, con al suo interno il corredo chirurgico-farmaceutico antico più ricco al mondo. Ma anche durante il primo Rinascimento sotto la signoria dei Malatesta la città è stata viva culturalmente, lo testimoniano monumenti come il Castel Sismondo o il Tempio Malatestiano o Cattedrale di Santa Colomba, la chiesa più grande della città a cui hanno lavorato artisti come Leon Battista Alberti e Piero della Francesca.

Le gustose prelibatezze romagnole

Immancabile è una tappa in uno dei ristoranti o locali cittadini per assaggiare i prodotti e i piatti tipici riminesi e romagnoli. La piada o piadina romagnola è d’obbligo, ma si può gustare un primo piatto come le tagliatelle condite con ragù o vongole, oppure del buon pesce del luogo, come sardine, sogliole e triglie. Da provare il tipico brodetto, un piatto con pesce cotto in umido con pomodoro e spezie. Ogni buona mangiata che si rispetti sarà accompagnata da uno dei vini dei Colli di Rimini DOC, come, tra gli altri, il Cabernet Sauvignon, il Rèbola o il Biancame.


Luoghi da non perdere a Rimini

Castel Sismondo

Progettato e costruito per volere di Sismondo Pandolfo Malatesta, i lavori della roccaforte iniziarono, secondo le fonti, nel 1437. Il castello fu costruito sulle spoglie di strutture preesistenti appartenenti agli stessi avi di Sismondo. Antichi documenti testimoniano che la prima pietra fu posata il penultimo mercoledì prima della quaresima, dietro una lunga consultazione per motivi scaramantici e propagandistici con gli astrologi della Corte.

Castel Sismondo, dunque, rappresenta sia una fortezza dalle finalità difensive sia la residenza del signore. Il nucleo centrale del Palazzo costituiva la dimora di Pandolfo Malatesta, in cui venivano organizzate le sfarzose feste della famiglia, la cinta muraria che racchiude la parte centrale dell’edificio era contornata da un fossato di origine difensiva a cui si aggiungevano una serie di Torrioni quadrangolari e ponti levatoi, la magnificenza della struttura si completava con maestose muraglie a scarpa che si innalzavano dal fossato.

I lavori del castello, secondo le fonti, durarono 15 anni, numerose furono gli stemmi celebrativi riportati all’interno. Arazzi e affreschi decoravano sfarzosamente il castello mentre lo stemma raffigurante il classico scudo a scacchi con una testa d’elefante con accanto una rosa quadripetala, ancora visibile, dominava il portale d’ingresso. Diversi, secondo le fonti, sono i passaggi segreti del castello: gallerie sotterranee che venivano spesso utilizzate come tranelli per visitatori scomodi e scorciatoie per andare da una parte all’altra del castello.

Dopo la morte di Sismondo il castello fu destinato unicamente a scopi difensivi e militari, tra ampliamenti e restauri nella prima metà del Ottocento il castello divenne sede dei carabinieri. Ad oggi Castel Sigsmondo, di cui è rimasto il solo nucleo centrale della costruzione originale è aperto al pubblico e reso fruibile dopo un profondo restauro. Il castello è utilizzato sopratutto a fini espositivi con spazi e percorsi appositi.


Come arrivare

È possibile raggiungere il Castello con il Bus n.9 scendendo alle fermate Arco d’Augusto oppure alla stazione ferroviaria. Da quest’ultima proseguire su viale Dante fino a Piazza Tre Martiri per poi arrivare a piazza Cavour.


Anfiteatro Romano di Rimini

L’anfiteatro Romano rappresenta uno tra i più grandi monumenti di Rimini. Costruito nel II secolo d.c., di forma ellittica era stato edificato in prossimità della linea di costa. Complessivamente misurava 118x88 metri, mentre l'arena aveva un’ampiezza di 73x44 metri, poco meno, per misure, del Colosseo. Si componeva di 60 fornici ed era costituito da una struttura muraria risultante da quattro anelli ellittici concentrici, di cui lo spessore complessivo raggiungeva oltre 21 metri.

Si calcola che potesse contenere fino a dodicimila persone senza calcolare gli spettatori che prendevano posto sulle balconate lignee accessorie. L’anfiteatro era luogo di grandiosi spettacoli come i giochi dei gladiatori, combattimenti tra uomini e tra uomini e animali, manifestazioni di particolare interesse per il pubblico romano. Si aveva accesso alla struttura attraverso i due ingressi principali posti in corrispondenza del giro più stretto dell'ellissi, percorrendo dei corridoi si accedeva direttamente alle gradinate in pietra da cui si poteva godere dello spettacolo che si svolgeva nella grande arena. Durante gli spettacoli, alla fine dei combattimenti, gli spettatori erano direttamente coinvolti in merito alla sorte del gladiatore sconfitto: in caso di grazia si urlava “missum” (libero), al contrario la condanna era sancita dal pollice del pubblico rivolto verso il basso.

Nel III secolo, l’anfiteatro fu incluso per motivi militari e difensivi nel perimetro della cinta muraria della città. Smantellato e saccheggiato durante le invasioni barbariche, nel medioevo perse la sua funzione ludica per diventare un deposito di laterizi utili alla costruzione di edifici. Più avanti nel Seicento l’anfiteatro fu sede del lazzaretto della città, questo era collegato alla Chiesa e Monastero di Santa Maria in Turre Muro, ciò determinò un progressivo abbandono dell’area; solo nell’Ottocento, Luigi Tonini, storico della città, riportò alla luce i resti della costruzione.

Ma i danni più pesanti furono subiti durante i bombardamenti della Seconda guerra Mondiale in cui gran parte dell'anfiteatro venne distrutto. Negli anni Sessanta l’anfiteatro fu oggetto di un completo restauro, ad oggi parte dell’area dell’anfiteatro ospita manifestazioni e spettacoli oltre ad accogliere il CEIS, il Centro Educativo Italo Svizzero.


Come arrivare

È possibile raggiungere il Castello con il Bus n.9 scendendo alle fermate Arco d’Augusto oppure alla stazione ferroviaria.


Italia in miniatura

Ad oggi è stato visitato da oltre 30 milioni di visitatori, Italia in miniatura è il più grande parco tematico dedicato al patrimonio storico artistico, architettonico italiano. Costruito negli anni Settanta da Ivo Rambaldi,un appassionato di viaggi, che, ispirato dalla visita di un parco tematico all’estero ha deciso di riprodurlo anche in Italia. All’epoca furono impiegati per la realizzazione del parco geometri, tecnici, professori che compirono oltre 27.000 km di viaggio per visitare, fotografare e misurare, chiese, monumenti, ponti che sarebbero poi stati riprodotti fedelmente all’interno del parco. I lavori di costruzione del parco durarono tre anni, alla prima inaugurazione si potevano contare cinquanta monumenti. Con oltre 273 miniature, 85.000 metri quadrati di superficie oltre a 10.000 esemplari di piante e 5000 alberi in miniatura, il parco costituisce una completa riproduzione della penisola Italiana attraverso le sue più importanti opere e attrazioni architettoniche. Tutti i monumenti riprodotti sono realizzati in schiuma di resina, materiale resistente a piogge e altri fattori esterni che potrebbero rovinare le riproduzioni. Il primo monumento realizzato fu la Basilica di Santa Apollinare in Classe di Ravenna, scelta dal suo ideatore come omaggio alla propria città di origine.

Da nord a sud passando tra le isole , all’interno del parco è possibile navigare il Canal Grande in gondola, toccare la sommità della Torre di Pisa, vedere il Colosseo dall'alto, e ammirare le attrazioni più importanti di tutte le regioni italiane ed europee.

Tra le attività più importanti e divertenti del parco si segnalano la Torre panoramica, il Luna park della Scienza, oltre a percorsi da effettuare in canoa, visite guidate ai fini didattico ludici, lo Sling Shot, ovvero una gigantesca fionda, oltre ad un’area giochi con postazioni dotate di play station e altre aree dedicate esclusivamente allo svago. Tra le ultime novità offerte dal parco è possibile anche miniaturizzare se stessi attraverso un dispositivo chiamato You Mini che permette una scansione e una stampa di un modello in 3D del visitatore.

Inoltre, all’interno del parco è presente un’area riservata ai pappagalli: il Pappamondo. Quest’area, con all’interno più di 80 esemplari provenienti da tutto il mondo, è finalizzata a sensibilizzare i visitatori su tematiche riguardanti gli animali a rischio di estinzione. Tra attrazioni e divertimenti il parco accoglie e sorprende i visitatori di tutte le età.


Come arrivare

In treno e bus: linea ferroviaria adriatica Ancona-Milano. Scendere a Rimini (o a Viserba) e, proprio davanti al piazzale esterno della stazione FS (P.le Cesare Battisti, a Rimini) prendere il bus n.8, direzione “Italia in Miniatura”.

I tuoi vantaggi con HOTEL INFO:
Garanzia del miglior prezzo
Più di 250.000 alberghi in tutto il mondo
Oltre 2 milioni di valutazioni
Assistenza 365 giorni all'anno – 24 ore su 24

Gli hotel a Rimini preferiti dai nostri clienti

esemplare la cortesia , la disponibilita'e la gentilezza del personale. camere comode e pulite,colazione abbondante e varia. grazie

Rimini e dintorni

Attrazioni turistiche a Rimini

Altre destinazioni preferite

Fiere/eventi a Rimini

  • SUN
    (08/10/2015 - 10/10/2015)
    Exhibition of Outdoor Products
  • TTG INCONTRI
    (08/10/2015 - 10/10/2015)
  • SIA Guest
    (08/10/2015 - 10/10/2015)
    International Hospitality Exhibition
  • KEY ENERGY
    (03/11/2015 - 06/11/2015)
    International Expo for Sustainable Energy & Mobility
  • ECOMONDO
    (03/11/2015 - 06/11/2015)
    International Trade Fair on Material & Energy Recovery and Sustainable Development
  • RHEX RISTORAZIONE - RIMINI HORECA EXPO
    (23/01/2016 - 27/01/2016)
  • SIGEP
    (23/01/2016 - 27/01/2016)
    International Exhibtion for the Artisan Production of Gelato, Pastry, Confectionery and Bakery
  • Beer Attraction
    (20/02/2016 - 23/02/2016)
  • ENADA
    (16/03/2016 - 18/03/2016)
    INTERNATIONAL AMUSEMENT & GAMING MACHINE SHOW
  • EXPODENTAL MEETING
    (19/05/2016 - 21/05/2016)
    International Exhibition on Equipment and Materials for Dentists and Dental Laboratories
Le stelle si basano su un'autoclassificazione degli hotel, così come sulle esperienze di HOTEL INFO e dei suoi clienti. I dettagli sono disponibili in Condizioni Generali di Contratto.